Se ti stai chiedendo come fare un funnel per siti web allora probabilmente non hai ben inquadrato dall’alto il significato della parola “marketing”.

Gli strumenti che abbiamo a disposizione per vendere online sono un’infinità e anche per i professionisti del settore non è facile fare un quadro generale su che cosa sia il marketing online.

Se sei nuovo in questo settore e ti stai informando su come implementare una strategia di marketing utilizzando il tuo sito web, in questo articolo vedremo una breve introduzione su che cosa sia un funnel e quale dovrebbe essere il suo scopo, e poi vedremo uno schema ti aiuterà a capire meglio come strutturare il tuo sito per fare di esso stesso un funnel.

Che cos’è un funnel per un sito web?

A livello tecnico un funnel consiste in una o più pagine web concatenate costruite in modo tale da guidare un utente a fare un’azione ben precisa.

Per azione ben precisa s’intende qualsiasi cosa tu voglia, ma generalmente si parla sempre di vendita, acquisizione di clienti o potenziali clienti (lead).

Tutti gli italiani traducono la parola inglese “funnel” in “imbuto”, ed è corretto, però è vero anche che è un verbo. Infatti “to funnel” significa “incanalare“, quindi in questo caso guidare lungo la giusta via. Secondo me usare la seconda traduzione è più corretto per capire il significato in questo contesto.

Adesso ricostruiamo brevemente le immagini nella tua mente dicendo che un funnel non è una sottocategoria di sito web, ma è soltanto un sito organizzato per raggiungere un preciso scopo.

Quindi quello che andrò a fare è fornirti una guida per strutturare il tuo sito in modo tale che abbia una funzione di un funnel.

Un funnel può essere piccolo, grande, medio, complesso, semplice o semplicissimo. Non ci sono standard comuni per tutti e non ci devono essere.

Come detto precedentemente un funnel è soltanto un normale sito web, non possiamo quindi parlare di funnel per siti web.

Quello che è assolutamente fondamentale da capire è che realizzare un funnel significa creare un sito web ingegnerizzato per attirare più clienti o lead.

La funzione di sito web funnel

La stragrande maggioranza dei siti web sono fatti per presentare l’azienda, viene detto quanto quell’azienda sia esperta, quanto sia brava, come i suoi prodotti siano di qualità e magari anche la storia.

No, questo non è assolutamente il modo di interagire con i tuoi visitatori, difficilmente essi verranno motivati all’azione semplicemente dicendo loro quanto la tua azienda sia unica e speciale.

Quando pensi ad un funnel devi pensare ad una persona che entra nel tuo negozio.

Ci sono persone che sono curiose e vogliono soltanto dare un’occhiata, ci sono persone che cercano una soluzione per qualcosa ma non sanno cosa scegliere, oppure ci sono persone che cercano un prodotto in particolare e sono entrate nel tuo negozio per comprarlo.

Sono migliaia le sfumature che potremmo considerare, ma per farla semplice pensiamo a queste 3 tipologie di persone che abbiamo appena elencato.

Il classico sito di presentazione è soltanto la vetrina del tuo negozio.

Non importa se il tuo grafico ti ha detto che trasmette eleganza, simpatia, professionalità… Non vogliamo questo, o meglio, questo conta soltanto il 10% di quello che ci deve essere, se vogliamo essere gentili.

Tu devi far finta di interagire con il cliente come se tu fossi in un negozio!

Spieghi per chi sei, cosa fai, cosa proponi come soluzione e come puoi entrare in contatto in quel preciso istante.

Guida il cliente ad effettuare l’acquisto, richiedere un preventivo o prenotare una seduta. La persona deve dire “Oh ecco, quello che stavo cercando!”.

Le 4 fasi di un funnel profittevole

Adesso vediamo come guidare il cliente verso l’azione.

Un funnel si compone di varie fasi a seconda del caso in cui ci troviamo di fronte, ma essenzialmente deve averne 4. Quali sono?

  1. Consapevolezza
  2. Interesse
  3. Desiderio
  4. Azione

Consapevolezza

La maggior parte del lavoro che un sito web svolge avviene su Google. Come funziona Google? Le persone digitano qualcosa e il motore di ricerca resituisce una lista di pagine che crede siano più coerenti.

Ti ricordi quando abbiamo parlato delle 3 tipologie di persone in un negozio? Bene, pensiamo all’ultima che abbiamo citato, ovvero la persona che entra in un negozio e sa già cosa vuole.

Ecco, le persone che cercano su Google e cercano un prodotto o servizio hanno questo stato mentale.

Noi sul nostro titolo che compare sulle ricerche di Google dobbiamo inserire un messaggio che colpisca la persona in questione.

Questa persona se clicca entrerà nel nostro famoso funnel ed inizierà la fase educativa. Qui accogliamo il visitatore con un titolo accattivante che faccia dire a chi lo legge “Sì, sto cercando questo, fammi sapere di più”.

Inseriremo altre informazioni introduttive che guideranno l’utente alla fase di interesse.

Interesse

Salito l’interesse del potenziale cliente adesso abbiamo convinto la persona a leggere di più, e in questa fase sarà necessario parlare in maniera più approfondita del tuo prodotto o servizio, sottolineando quali problemi andrai a risolvergli senza entrare nei dettagli tecnici e senza dire troppo “Noi qui, noi là, noi siamo i migliori, noi siamo l’azienda leader”.

Devi pensare solo ad educare il potenziale cliente ai benefici che offri facendo capire che soddisferanno i problemi che lui stava cercando di risolvere.

Non usare un linguaggio troppo noioso ed eccessivamente “professionale”, solo frasi scorrevoli, decise ed interessanti.

Devi mantenere l’utente il più possibile incollato a ciò che sta leggendo facendo immaginare nella sua mente il suo stato di realizzazione dopo aver acquistato da te.

In questo modo la persona sarà meno propensa a scegliere la concorrenza che nel 99% dei casi non comunica in maniera così diretta con il cliente.

Desiderio

Adesso che hai innescato l’interesse dell’utente è arrivato il momento di descrivere più nel dettaglio il tuo prodotto o servizio, ad esempio quali servizi comprende ogni pacchetto, per cosa puoi utilizzare quel prodotto, ecc.

Il tutto sempre senza entrare eccessivamente nei dettagli tecnici e senza utilizzare troppo vocaboli che i clienti non comprendono.

Conversione

La conversione è il momento in cui l’utente agisce! Dobbiamo quindi implementare un sistema che permetta di interagire con il sito.

Qui possiamo fare diverse cose a seconda nel nostro scopo. Possiamo implementare una chat che invita il lead ad interagire lasciando un messaggio dicendo di volerne sapere di più.

Possiamo far lasciare all’utente i suoi dati personali in modo tale che possa rispondere successivamente ad un questionario per un preventivo.

I numerosi vantaggi di un funnel

Il funnel è uno strumento prezioso perché ti permette di rendere gli utenti meno confusi quando navigano il tuo sito.

Tu non hai idea di quanto facilmente le persone si possano confondere. Per farti un’idea esistono delle figure professionali nel campo dello sviluppo di siti web che si occupano esclusivamente di progettare design che siano intuitivi per gli utenti.

Ad esempio, il font deve avere delle dimensioni leggibili per tutti e devi rendere ovvio cosa vuoi che l’utente faccia quando si trova sul sito, ad esempio usando tasti ben visibili con testi chiari.

Con un sito funnel potrai capire meglio dove le persone si confondono perché è possibile seguire meglio come si comportano, specie se utilizziamo campagne a pagamento come Google Ads.

Un altro dei tanti vantaggi, forse il migliore, è quello che un funnel ti permette di motivare le persone più interessate ad agire scegliendo te anziché i tuoi competitor, e inoltre potrai filtrare le persone meno interessate (non in target) a non contattarti… Questo perché?

Beh, tu con un funnel rendi chiaro per chi sei, cosa fai, descrivi nel dettaglio cosa i tuoi prodotti o servizi fanno. Poi magari puoi inserire un questionario da riempire, un calendario con le prenotazioni, ecc.

Tu in questo modo stai DELEGANDO tutta la parte ripetitiva e perditempo che fai quando parli al telefono con un potenziale cliente.

L’utente che è arrivato alla fine del percorso del tuo funnel sarà più preparato e motivato ad acquistare.

Gli utenti non interessati che non saranno mai tuoi clienti se ne andranno da soli.

Quindi… Più clienti in target e meno perditempo.

Vuoi anche tu strutturare il sito come un funnel?

Mi chiamo Giorgio, sono uno sviluppatore web e mi occupo di creare siti internet ottimizzati per i servizi di Google.

Se vuoi anche tu revisionare o creare un sito per acquisire più clienti tramite una struttura funnel, allora riempi il questionario (5 minuti) cliccando il pulsante qua sotto. Una volta compilato revisionerò la tua richiesta prima possibile.

Successivamente ti contatterò via email o WhatsApp per capire come possiamo muoverci.